Notizie

angle-left Palestre scolastiche: c’è l’ok sulla concessione alle società sportive

Palestre scolastiche: c’è l’ok sulla concessione alle società sportive

Le associazioni sportive del territorio potranno utilizzare gli impianti sportivi scolastici in orario extrascolastico, nel rispetto dei protocolli di riferimento in materia di prevenzione del Covid-19 di ogni singola federazione sportiva concessionaria, per l’osservanza dei quali risponderanno i legali rappresentanti delle società. E’ quanto è stato deciso a seguito dell’incontro che si svolto lunedì scorso nella sede della Città Metropolitana di Cagliari, a cui hanno preso parte il sindaco metropolitano Paolo Truzzu, il consigliere delegato alla Pubblica Istruzione della Città Metropolitana Alessandro Balletto, l’assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Cagliari Rita Dedola, l’assessore allo Sport del Comune di Cagliari Paolo Spano, il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Francesco Feliziani e i rappresentanti delle direzioni scolastiche e dell’associazionismo sportivo (CONI e CIP).

La Città Metropolitana ha inviato ieri mattina ai dirigenti scolastici degli istituti di istruzione secondaria superiore di propria competenza la richiesta del nullaosta propedeutico all’avvio del Piano Metropolitano sulle concessioni, impegnandosi, da parte propria, a riformulare gli atti di concessione facendo in essi rinvio ai protocolli di riferimento e ai DPCM. In particolare, sarà posta attenzione sulle attività di pulizia e igienizzazione degli impianti concessi, che dovranno essere svolte con l’utilizzo dei materiali e prodotti indicati negli stessi protocolli.

L’Associazione ADA, confermata nella gestione del progetto denominato ‘Nonno Sportivissimo’ finalizzato alla supervisione in orario extrascolastico degli impianti sportivi degli istituti superiori situati a Cagliari e Monserrato, e la Proservice Spa per quanto attiene gli altri comuni del territorio metropolitano, cureranno i controlli sull’esecuzione di quanto previsto negli atti di concessione per conto della Città Metropolitana.

E nostro dovere garantire il diritto allo studio in sicurezza per i nostri 32 mila studenti, ma nondimeno dobbiamo tutelare e favorire il diritto allo sport in altrettanta sicurezza degli oltre 80 mila iscritti alle associazioni sportive del territorio, che da sempre usufruiscono dei nostri spazi negli orari extrascolastici”, ha spiegato Balletto. Una posizione condivisa dal dg Feliziani: “Tornare a un sistema di normalità è non solo possibile ma necessario, purché ognuno faccia la propria parte rispettando le regole e i protocolli a garanzia della sicurezza di tutti”.

Il nullaosta all’utilizzo degli impianti da parte dei dirigenti scolastici è atteso entro il 2 ottobre. La disponibilità potrà essere negata, come da regolamento, solo per motivi didattici, mentre nel caso in cui non dovesse pervenire alcuna comunicazione nei tempi stabiliti gli impianti saranno considerati utilizzabili alle stesse condizioni dell’anno precedente.

Menù di Navigazione