Il Piano strategico - Descrizione dettaglio

Cos'è il Piano

Il Piano Strategico è un documento programmatico nel quale sono raccolte le linee di sviluppo di un determinato territorio che interessano un arco temporale di medio termine, tra i 10 e i 15 anni. Fino a pochi anni or sono, l’adozione di un Piano Strategico era un atto di natura volontaria; solo con la Legge 56/2014 (Legge Delrio) è stato introdotto l’obbligo, per tutte le città metropolitane, di adottare e aggiornare ogni anno il piano, definito come “atto di indirizzo per l'ente e per l'esercizio delle funzioni dei comuni e delle unioni di comuni compresi nel predetto territorio, anche in relazione all'esercizio di funzioni delegate o assegnate dalle regioni, nel rispetto delle leggi delle regioni nelle materie di loro competenza”.

La pianificazione strategica si configura come un processo partecipativo che prevede l’interazione e la collaborazione attiva dei diversi attori (Comuni, imprese, cittadini e altri portatori di interesse) che contribuiscono allo sviluppo della Città Metropolitana. Attraverso tale collaborazione, vengono definiti gli indirizzi di programmazione, gli obiettivi generali, settoriali e trasversali di sviluppo per l'area, individuando le priorità di intervento

Il Piano Strategico rileva quindi le risorse necessarie al loro perseguimento, i tempi e i metodi di attuazione, le modalità e gli strumenti per valutarne i risultati. Si può definire quindi come un impegno comune per realizzare le migliori condizioni per lo sviluppo economico, ambientale e sociale del territorio, in un’ottica di equità, economicità, efficacia, efficienza ed etica e con particolare riferimento alla qualità dei servizi. Promotrice del processo è la Città Metropolitana che, seguendone gli sviluppi, favorisce la sinergia tra le diverse realtà del territorio. 



 

Navigation Menu